Crea sito

Crea il tuo blog

BLOG

Ti piacerebbe aprire un blog ma non sai da dove iniziare? Sei nel posto giusto!

Ciao, mi chiamo Andrea e sono un Digital Creative.

Ho deciso di creare questa guida “Crea il tuo blog” per semplificare il lavoro a persone che come te desiderano aprire un blog ma non sanno da dove iniziare.

Quando, qualche anno fa, decisi di creare il mio primo blog mi ci è voluto un pò di tempo per orientarmi tra l’infinità di articoli e siti web dedicati all’argomento. Se da un lato tutte le informazioni disponibili online ti forniscono tutti gli strumenti per imparare come creare un blog, dall’altro spesso si rischia di perdersi in una giungla di informazioni che invece di chiarire le idee generano solo grande confusione.

Ecco perchè ho deciso di scrivere questa guida gratuita per spiegarti, passo dopo passo, i concetti e i consigli fondamentali per creare il tuo blog di successo in modo facile e veloce.

Scoprirai che a differenza di quello che pensano in molti, creare un blog non è per niente complicato e con un minimo sforzo può anche farti guadagnare!.

inizia da qui

Come creare il tuo blog in 8 semplici passi

La guida che ho deciso di scrivere è suddivisa in 8 semplici passaggi. Segui i passaggi uno per volta oppure clicca direttamente sul punto che ti interssa di più.

  1. Scegliere la tua nicchia
  2. Scegliere la piattaforma
  3. Scegliere il dominio
  4. Registrare un account hosting
  5. Avviare il blog su WordPress
  6. Selezionare il tema
  7. Scrivere contenuti e promuovere il tuo blog
  8. Guadagnare col tuo blog

Scegli la tua nicchia

1. Scegliere la tua nicchia

Il primo passo fondamentale per creare un blog è scegliere la tua nicchia di interesse identificando i tuoi potenziali lettori.

Una nicchia può essere:

  • il tema o l’argomento al centro dei tuoi post ed articoli
  • una passione che accomuna te e la tua cerchia di potenziali lettori

Scegliere una nicchia significa ritagliarsi una fetta specifica di mercato ed utenti ed è fondamentale perchè:

  • permette di differenziare il proprio blog dalla concorrenza
  • aiuta a focalizzare gli sforzi di chi scrive, evitando articoli e post fuori tema che rischierebbero di annoiare o allontanare il lettore
  • attira l’attenzione di un determinato profilo di persone che sà di essere nel posto giusto per trovare risposte e informazioni in merito a domande o esigenze specifiche

Esempio di nicchia: Ricette vegetariane per celiaci

Se da un lato questo significa limitarsi ad un numero di argomenti molto ristretto rispetto alla macrocategoria “Cucina” il vantaggio è senz’altro la creazione di contenuti altamente specifici e informativi per un pubblico altamente selezionato che all’interno della sottocategoria “Vegetariani” rientra anche nella sottocategoria di secondo livello dei “Celiaci”.

Qui puoi approfondire quali sono gli strumenti per scegliere una nicchia di successo e monetizzare il tuo blog inserendo link di affiliazione e pubblicità.

Quale piattaforma scegliere

2. Scegliere la piattaforma

Prima di scegliere la piattaforma più adatta a te è importante decidere che impostazione vorrai dare al tuo blog non solo nell’immediato ma soprattutto in un’ottica futura.

All’inizio sarai sicuramente orientato ad una piattaforma facile da configurare e che non richieda alcuna conoscenza di programmazione. Tuttavia, man mano che il tuo blog comincia a crescere, potresti voler cambiare l’aspetto delle tue pagine e inserire nuove funzionalità per i tuoi utenti.  È quindi fondamentale scegliere una piattaforma che sia facile da utilizzare ma anche abbastanza flessibile da offrirti un ampio margine di crescita e diversificazione.

Se inizi con una piattaforma sbagliata potrebbe essere molto difficile e svantaggioso cambiare in seguito. Ad esempio, anche se all’inizio potresti non essere interessato a guadagnare con il tuo blog, perchè precludere la possibilità di poterlo fare in futuro?

Al momento di scegliere la piattaforma piu adeguata alle tue esigenze, ti troverai difronte a due alternative:

  1. piattaforme che offrono uno spazio gratuito
  2. piattaforme che offrono un spazio self-hosted (consigliato)

Nello specifico confronteremo le piattaforme gratuite come Tumblr, Blogger, Wix. Esse possono sembrare una soluzione facile e allettante soprattutto per un blogger alle prime armi. Tuttavia, il vantaggio di scegliere la strada facile comporta anche una serie di limitazioni.

 

 

dominio

3. Scegliere il dominio

La scelta del dominio è importante perchè sarà il nome con il quale sarai conosciuto online, indipendentemente dalla nicchia che scegli. Esso sarà tuo fin quando continuerai a pagare la quota annuale del piano hosting che hai deciso di acquistare.

Gli utenti che conoscono il tuo dominio possono semplicemente digitarlo nella barra degli indirizzi del browser e poter visitare il tuo blog. Altri saranno in grado di scoprirti attraverso motori di ricerca come Google, quindi devi stare attento a scegliere un nome unico.

Ecco alcuni suggerimenti:

  • scegli un dominio che spieghi di cosa tratti il tuo blog
  • scegli un dominio breve e diretto
  • scegli un dominio facile da scrivere
  • scegli un dominio con estensione .com o .it
  • prova Wayback Machine  per scoprire se il tuo dominio esiste già
  • non copiare il nome di un altro sito

web hosting

4. Registrare un account hosting

Una volta scelto il nome di dominio devi concentrarti sulla scelta dell’ hosting.

L’ hosting è un servizio che ospita i tuoi file all’interno di particolari computer chiamati server e che sono sempre connessi a internet. Ci sono tante società di hosting in rete pronte a darti il tuo spazio web gratuito o ad un prezzo competitivo. Esse garantiscono che il tuo blog sia online 24 ore su 24, 7 giorni su 7, e il backup sicuro dei tuoi contenuti.

Io uso Altervista ed ho ottenuto cosí uno spazio illimitato, WordPress preinstallato, grande velocità di caricamento del mio sito e poi è composto da un team di esperti che seleziona la pubblicità migliore da far apparire nei banner in base ai contenuti che scrivo.

Se non sai quale provider scegliere puoi affidarti a WordPress nella pagina dicata all’hosting.

hosting wordpress

5. Avviare il blog su WordPress

Bene ci siamo quasi, una volta scelto il nome dominio e il servizio hosting, non ti resta che avviare il tuo blog su WordPress!.

In questa fase della guida ti spiegherò in modo dettagliato come registrarti su Altervista e avviare il tuo blog.

Ci tengo a precisare che questo punto della guida l’ho scritto senza ricevere nessun tipo di remunerazione da parte di Altervista. Personalmente lo trovo un buon servizio hosting sia gratuito e sia con prezzi competitivi, facile da usare senza rinunciare alla professionalità.

I punti da seguire sono molto semplici, inizia andando sul sito ufficiale di Altervista.

pagina ufficiale altervista

Come si può intuire dall’immagine potete scegliere se creare un sito, il pulsante al centro, o un blog, in alto a sinistra. Noi clicchiamo in alto a sinistra su “creare blog“.

crea blog altervista

Nella pagina successiva Altervista ci fa una piccola presentazione della piattaforma e dei servizi che offre. Clicchiamo su “Inizia“.

scegli indirizzo web

Siamo giunti nella pagina dove inseriremo il nome del nostro blog. Altervista ci offre la possibilità di creare un dominio di terzo livello, naturalmente gratuito. E come potete vedere qui sopra basta scrivere il nome del vostro blog. Mentre scrivete, Altervista vi dirà in tempo reale se il nome del dominio è disponibile o meno. Subito sotto inseriremo i nostri dati personali, per creare il nostro account, e accettare i vari termini di condizioni d’uso e l’informativa sulla privacy.

Cliccate su “prosegui” e Altervista creerà subito il vostro blog e vi porterà direttamente sul vostro pannello di controllo di WordPress. Ricordatevi di accedere alla vostra mail dove troverete i dati per accedere al vostro pannello di controllo in qualsiasi momento.

scelta del template

6. Selezionare il tema

Selezionare il tema è altrettanto importante. Il tema rappresenta, infatti, la struttura sulla quale prenderà forma l’intero blog